RESIDUALE – Kreshnik Sulejmani

Visitabile dal 28 giugno al 13 luglio 2023

Con tre giornate di allestimento aperto al pubblico, viene inaugurata presso il Tivarnella Art Consulting la mostra personale di Kreshnik Sulejmani. Vincitore del premio mostra personale nel corso del Festival DeSidera, Sulejmani presenta una selezione di opere che da origine a un’installazione immersiva.

Le sculture di Sulejmani prendono forma a partire da materiali naturali, colti e ricercati in luoghi dove tempo e natura tracciano segni e solchi nella materia.
Rami, radici, foglie, fiori, semi trovati nel momento in cui la fioritura lascia il posto alla scarnificazione.

Quelli impiegati sono tutti elementi oggetto di recupero e di riciclo: dalle foglie al rame ogni cosa ha avuto una vita differente da questa, prima di divenire altro da sé.

In questo scarnire si giunge al residuo.

Entrando nell’installazione scultorea ogni elemento è in se medesimo iconico ed egoriferito ma muta nel respiro del complesso, nel carpire le relazioni con l’elemento che lo sovrasta o a cui si relaziona dall’altro lato di quest’antro che è corpo vivo.

E’ complesso parlare di opera, di opere, tante e una soltanto: i gruppi sono in movimento, i legni mutano, la luce si attenua o rifulge più intensamente, tutto pare muoversi, trasmutare e scavare, scavare sempre più a fondo fino a spaccare la pietra per tornare, poi, altrove.

Attraversare quella porta significa entrare in un corpo vivo, il rame si dispiega da un ordito di richiami, nidi, voragini e intrichi attraverso la roccia fino a toccare con maglie tese quelle cellule animate da un tessuto nervoso alacre e fervido.

I filamenti generano vita, luce, in opere racchiuse in scatole chiuse eppure mai terminate poiché in continuo divenire.

Ogni cellula è un’opera a sé che inizia a respirare nel complesso del gruppo, nelle relazioni che si instaurano presentandosi ancora una volta in modo differente agli occhi di chi la osserva.
Il residuo di noi, di ciò che siamo, nella scarnificazione dell’io che diviene altro da sé nella più pura rappresentazione dell’individuo.

Arriviamo allora a quei corpi che sono uno solo, quel sistema di, apparati, organi, tessuti, cellule, ossa, carne, legno, pietra, rame.

A quel momento in cui il respiro si fa aria e tutto diviene uno.

 

La mostra si aprirà il giorno 28 giugno 2023: l’allestimento sarà visitabile dalle 11 alle 17 i giorni 28/28/30 giugno e l’esposizione inaugurerà sabato 1 luglio alle ore 19 presso la galleria d’arte contemporanea Tivarnella Art Consulting a Trieste, in via Tivarnella 5.

Location

Via Tivarnella, 5 – Trieste

Data e ora inaugurazione

Sabato 1 luglio ore 19 : inaugurazione.

Giorni di apertura e Orari

dal 28 giugno al 13 luglio

Da mercoledì a venerdì dalle 15:00 alle 19:00
Sabato dalle 11:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 19:00

Contatti

3476091354

info@tivarnellaart.com